l 4L Trophy è un rally umanitario creato nel 1997 da un’iniziativa dell’Ecole Supérieure de Commerce de Rennes, il cui scopo è guidare attraverso il deserto del Marocco per portare aiuti ai bambini. Alla competizione possono partecipare solo vetture Renault 4; Quatrelle (4L) è il modo cui i francesi si riferiscono alla Renault 4L, il modello R4 accessoriato, ma sono ammesse tutte le versioni, a patto che abbiano telaio e motore originali.

Nel 2013, l’operazione ha permesso la costruzione di 4 aule scolastiche, due aule sono state costruite nel villaggio di Tiharyine e le altre due a Rissani. L’organizzazione ha partecipato inizialmente con una donazione di 10.000 euro. I partner 4l Deloitté, Eso e Flashsport hanno contribuito con 4.360 euro. I partecipanti hanno superato le aspettative, donando più di 19.305,75 euro, che sono stati dati all’associazione Enfants du Désert. In tutto per la magnifica somma di 33.665,75 euro, in più 60 tonnellate di materiale scolastico, sportivo, informatico e paramedico.

Il 2011 ha visto -per ogni equipaggio- la fornitura di 10 kg di alimenti non deperibili raccolti dalla Croce Rossa Francese al momento della partenza. Ogni auto conteneva anche (minimo) 2 zaini riempiti con materiale scolastico e sportivo. Sono stati raccolti un totale di 94 tonnellate di aiuti. Inoltre lo sponsor Conergy ha donato e installato pannelli solari per un totale di centomila €.

Una parte degli aiuti è consegnata alle associazioni Moroccan League for the Protection of Children ed Enfants du Desert e un’altra parte alle scuole lungo la strada.

Nel 2010 sono state consegnate alle associazioni marocchine circa 80 tonnellate di aiuti, tra cui matite, quaderni, palloni, divise, cappellini, sedie a rotelle, pannelli solari, incubatrici, pettorine catarifrangenti, etc…[1] Nel 2011 le tonnellate sono state 82.[2]

Ogni equipaggio è composto da due studenti universitari, i quali solitamente organizzano raccolte fondi tra sponsor locali e privati per racimolare i soldi per l’iscrizione alla competizione, la preparazione tecnica dell’auto, il materiale benefico, benzina, pedaggi e campeggio.

Ogni anno il rally comincia con un Departure Village che riunisce i partecipanti. Vengono svolti controlli burocratici, viene fatto il check-out delle auto, del materiale necessario per affrontare il viaggio e degli aiuti richiesti. L’organizzazione fornisce anche informazioni mediche e consigli per l’avventura.

Le R4 partono da Parigi e da Biarritz in direzione di Algeciras dove si imbarcano per il Marocco, dopo aver attraversato tutta la Francia e la Spagna. I partecipanti devono poi attraversare le montagne, le piste e le dune per circa 1500 km nel deserto. L’arrivo è previsto a Marrakech con una cerimonia di chiusura. Il viaggio in toto conta circa 6000 km.

Lo scopo di ogni giornata è vincere la tappa grazie all’utilizzo della mappa e della bussola. La classifica è stilata in base all’abilità di guidare attraverso il deserto e di raggiungere i checkpoint designati. Ogni giorno viene stilata una classifica generale per ogni tappa, una classifica per gli equipaggi europei non francesi e una classifica dedicata alle ragazze.

In Marocco l’organizzazione fornisce assistenza tecnica, medica e organizza bivacchi.

Lungo tutto il percorso gli equipaggi sono seguiti da jeep di medici, meccanici, fotografi e giornalisti. La competizione può essere seguita in diretta dal sito ufficiale e la stampa francese ogni giorno trasmette servizi su tv nazionali.

Fonte: Wikipedia